Due parole con Giacomo Gariboldi

Due parole con Giacomo Gariboldi

“Ciao Giacomo, erroneamente sul comunicato di domenica sera, al termine delle prima tappa degli Internazionali d’Italia, abbiamo scritto che il tuo pilota Tim Gajser aveva avuto un calo fisico, in seguito al quale ha perso diverse posizioni ma mi pare di capire che le cose non sono andate proprio così…”

GG: “No, infatti sono rimasto stupito quando l’ho letto; Tim è in ottima forma e si è adatto molto velocemente alla guida con la 450, che peraltro usava già in allenamento la passata stagione. La prima posizione nelle prove cronometrate lo dimostra; purtroppo però, dopo un’ottimo avvio di manche, ha cominciato a sentire che qualcosa non andava con la frizione e dopo aver resistito a lungo in testa si è dovuto fermare perché la moto non veniva nemmeno su nelle salite.”

“Quindi si è trattato solo di un problema meccanico?”

GG: “Esatto, certo non siamo ancora al 100% della preparazione fisica, come tutti gli altri del resto ma se non avesse avuto quel problema Tim non avrebbe avuto problemi a terminare con i primi la manche, su questo non ci sono dubbi.”

“Il guaio con la frizione vi preoccupa o è tutto sotto controllo?”

GG: “Si tratta di un episodio sporadico che i tecnici stanno esaminando, ovviamente ma nulla di allarmante, sono cose che in fase di messa a punto e sviluppo possono succedere.”

Leave a Comment

(required)

(required)