FINAL ROUND – Mantova (MN) – WHO IS NEXT

FINAL ROUND – Mantova (MN) – WHO IS NEXT

Dopo il grande successo del round siciliano di Noto, il terzo ed ultimo appuntamento con gli Internazionali d’Italia MX SDV Series 2018 è alle porte. Tra pochi giorni infatti, il “Tazio Nuvolari” di Mantova sarà invaso da più di 200 piloti iscritti, pronti a darsi battaglia per la conquista dei titoli della 125, della MX2, della MX1 e della Supercampione, classe nella quale il montepremi finale ammonta a ben 120.000€. La sabbia del tracciato lombardo è pronta a ricevere i riders per gare spettacolo e combattute e le tribune naturali, che circondano il circuito, ad accogliere il pubblico, che come sempre affolla tutte le prove degli Internazionali.

Combattutissima la classe 125, dove la lotta per il titolo è un affare tra Mattia Guadagnini (Husqvarna), vincitore delle due prime tappe ed Emilio Scuteri (KTM), secondo in entrambe le occasioni. I due giovani azzurri non avranno però vita facile a Mantova e c’è da scommettere che Renè Hofer (KTM), Raivo Dankers ed il terzo sul podio della prima gara, Rick Elzinga (KTM), faranno di tutto per mettersi in luce nell’ultima prova degli Internazionali, assieme agli altri oltre 70 iscritti.

Affollatissima ed incerta anche la classe MX2, nella quale l’elenco iscrittiti è più ricco che mai, con più di 100 nomi, tra i quali il meglio di Mondiale ed Europeo 250, per una gara che si preannuncia combattutissima. La lotta per il titolo di categoria sarà tra la tabella rossa Maxime Renaux (Yamaha) e Michele Cervellin (Honda), che dovranno vedersela con Gianluca Facchetti alla ricerca del primo podio con la quattro tempi, con la pattuglia blu dei piloti Yamaha Watson, Geerts, Brylyakov e Ostlund, mentre Morgan Lesiardo (KTM) si augura che la sfortuna che lo ha bersagliato nelle prime due prove sia finita.

Riuscirà Tony Cairoli (KTM) a riconfermarsi campione nella MX1 nella gara riservata alle 450 a quattro tempi? Il nove volte campione del mondo dovrà vedersela con Romain Febvre (Yamaha), vincitore in Sicilia. Tony vorrà di sicuro vendicasi dello “sgarro” che il francese gli ha fatto in casa, ma dovrà anche vedersela con altri agguerriti rivali come l’ufficiale Honda HRC Tim Gajser, Arminas Jasikonis, in sella alla sua Honda, Max Nagl con la TM ufficiale, Jeremy Van Horebeek (Yamaha), Josè Antonio Butron (KTM), Tannel Leok (Husqvarna) ed Alessandro Lupino (Kawasaki) alla caccia del primo podio stagionale.


After the great success of the Sicilian round of Noto, the third appointment with the Italian Internazionali d’Italia MX SDV Series 2018 almost here. In a few days, the “Tazio Nuvolari” of Mantova will be invaded by more than 200 registered riders, ready to fight for the conquest of the titles of the classes 125, MX2, MX1 and Supercampione, class in which the prize money amounts to € 120,000. The sand of the Lombard track is ready to receive the riders for spectacular races and the natural tribunes, which surround the circuit, to welcome the public, which as usual crowds the previous races of the series.

The 125 class will be as usual really competitive. The fight for the title is a deal between Mattia Guadagnini (Husqvarna), winner of the first two stages and Emilio Scuteri (KTM), second on both occasions. But the two young Italians will not have an easy life in Mantova and it is worth betting that René Hofer (KTM), Raivo Dankers and the third on the podium of the first race, Rick Elzinga (KTM), will do their best to shine in the last round of the Internazionali, along with the other over 70 riders registered.

The MX2 class is also really uncertain, the riders list is richer than ever, with more than 100 names, including the best of the World and of the European 250 Championships, for a race that promises to be fought. The fight for the category title will be between the red plate Maxime Renaux (Yamaha) and Michele Cervellin (Honda), who will have to contend with Gianluca Facchetti in search of the first podium with the four-stroke, with the blue patrol of the Yamaha riders Watson, Geerts , Brylyakov and Ostlund, while Morgan Lesiardo (KTM) hopes that the misfortune that has targeted him in the first two races is over.

Will Tony Cairoli (KTM) be able to reconfirm himself as champion in MX1 in the race reserved for the 450 four-stroke? The nine-time World Champion will have to contend with Romain Febvre (Yamaha), winner in Sicily. Tony will certainly want revenge of the “stench” that the French has done at home, but will also have to contend with other fierce rivals such as Honda HRC Tim Gajser, Arminas Jasikonis, riding his Honda, Max Nagl with the factory TM , Jeremy Van Horebeek (Yamaha), Josè Antonio Butron (KTM), Tannel Leok (Husqvarna) and Alessandro Lupino (Kawasaki) in search of the first podium of the season.

Leave a Comment

(required)

(required)