GRAND FINAL

GRAND FINAL

La sfida decisiva è fra Bobryshev e Van Horebeek
The conclusive heat is among Bobryshev and Van Horebeek

Sarà un finale memorabile, degno della grande partecipazione avuta agli Internazionali d’Italia Motocross SIDI Series 2016. In termini di pubblico è atteso quello delle grandi occasioni alla Pista South Milan, per un parterre di piloti da record in termini di qualità e quantità. Più di 150 iscritti in rappresentanza di 27 diverse nazionalità, con alcuni dei migliori piloti di fama mondiale.

It will be an unforgettable final, because of the great participation at Internazionali d’Italia Motocross SIDI Series 2016. It is a great event public awaited at Pista South Milan, thanks to the record of riders participation in terms of quality and quantity. More than 150 riders registered representing 27 nationalities, with some of the best riders in the world.

I piloti più attesi sono sicuramente i principali contendenti al titolo Elite e quindi all’assegnone del montepremi, coloro che hanno infiammato le precedenti prove e che si sono promessi battaglia subito dopo il podio di Lamezia Terme. Il russo Evgeny Bobryshev (HRC), vincitore ad Alghero e detentore della tabella rossa, subito il più veloce fin dalle prime prove in Sardegna, ha lasciato qualche punto per alcune distrazioni. Il belga Jeremy Van Horebeek (Monster Energy Yamaha MXGP), sempre sul podio e vincitore a Lamezia Terme, si è dimostrato consistente e fisicamente al top. Per entrambi sarà una lotta all’ultimo sorpasso, ma dovranno guardarsi le spalle dal combattivo tedesco, Max Nagl (Rockstar Energy Husqvarna Factory): seppur attardato in classifica, può ancora inserirsi nella lotta al vertice, se consideriamo lo scarto della gara col peggior risultato. Sicuramente presente l’otto volte Campione del Mondo Tony Cairoli (RedBull KTM Factory Racing): il siciliano si è allenato molto sulla pista pavese, e sembra fisicamente pronto ai rischi della competizione. Atteso ad una prestazione convincente, potrà essere l’ago della bilancia per la lotta al titolo.

The most followed riders are those fighting for the top of the Elite classification and so for the money prize “big cheque”, those who made the people be excited in the previous races and are ready for the battle since Round#2 podium. The Russian Evgeny Bobryshev (HRC), the winner in Alghero and holder of the red plate, and the Belgian Jeremy Van Horebeek (Monster Energy Yamaha MXGP), always on the podium and winner of Lamezia Terme round. Their duel will be a fight until the last turn, but both of them must be careful of the returning german fighter Max Nagl (Rockstar Energy Husqvarna Factory): despite his gap from the first two, he can still fight for the first position, due to the rule that the worst results of the three races will be discarded. The eighth times World Champion Tony Cairoli (RedBull KTM Factory Racing) will participate: the Sicilian rider trained on this track and seems to be phisically ready for the competition. Everyone is waiting to see his renewed confidence and his great performance among such top riders.

Tra le 450, lo svizzero Valentin Guillod (Kemea Yamaha Racing) dovrà difendere il quarto posto nell’Elite dagli attacchi degli inseguitori: l’olandese Glenn Coldenhoff (RedBull KTM Factory), gli italiani David Philippaerts (DP19 Yamaha Racing) ed Alessandro Lupino (Honda RedMoto) o l’estone Tannel Leok (KTM). Alla ricerca della grande prestazione dopo una prolungata fase di allenamento, ci sarà il francese Christophe Charlier (Rockstar Energy Husqvarna Factory). Torneranno anche i grandi assenti di Round#2, in primis il campione del mondo MX2 Tim Gajser (Honda Gariboldi) vorrà ripetere le buone sensazioni di Alghero sulla 450, senza dimenticare lo spagnolo Butron (KTM Marchetti) e l’irlandese Graeme (Buildbase Honda)

Among 450 riders, the Swiss Valentin Guillod (Kemea Yamaha Racing) will defend his fourth position from attacks of his followers: the Dutch Glenn Coldenhoff (RedBull KTM Factory), the Italians David Philippaerts (DP19 Yamaha Racing) and Alessandro Lupino (Honda RedMoto) or the Estonian Tannel Leok (KTM). The French Christophe Charlier (Rockstar Energy Husqvarna Factory) will be racing, after a long period of training. There will be the return of top riders who raced Round#1: first of all, the MX2 World Champion Tim Gajser (Honda Gariboldi) willing to repeat, with his 450 new ride, the good race in Alghero, without forgetting the Spanish Butron (KTM Marchetti) and the Irish Graeme (Buildbase Honda).

A mettere in difficoltà il leader della classifica MX2 Cervellin (Honda Martin Technology) saranno in molti e tutti da mondiale. Intanto si dovrà guardare dai collega italiano Bernardini (TM FMI Racing), in crescendo e in lotta anche nella classifica Elite. Poi gli stranieri: lo svedese Ostlund (DP19 Yamaha Racing), l’estone Kouts (KTM) e il belga Getteman (KTM Silver Action) lotteranno per la classifica. Per un podio prestigioso correranno il sudafricano Vlaanderen (HSF logistic Motorsport), le giovane promesse Zonta e Graulus (Honda J-Tech), Irt (Yamaha CDP Cortenuova). Da non sottovalutare gli outsiders Lesiardo (DP19 Yamaha) e Furbetta (Red Bull KTM De Carli Junior Team), autore dell’Holeshot Hurly in Calabria.

The challenge to Cervellin (Honda Martin Technology), the leader of MX2 classification, has started and the participants are those riders from the World championship. Firstly, the Italian collegue Bernardini (TM FMI Racing), who is growing up and is also fighting for the Elite. Secondly the Swedish Ostlund (DP19 Yamaha Racing), the Estonian Kouts (KTM) and the Belgian Getteman (KTM Silver Action) will be racing for the top of the classification. Aiming for the podium are the Southafrican Vlaanderen (HSF logistic Motorsport), the young talents Zonta and Graulus (Honda J-Tech) and Irt (Yamaha CDP Cortenuova). Outisders not to be undervaluated: Lesiardo (DP19 Yamaha) and Furbetta (Red Bull KTM De Carli Junior Team), winner of Holeshot Hurly in Calabria.

Nella 125 il francese Rubini (KTM Silver Action) dovrà difendere la sua ipoteca sulla tabella oro dagli attacchi del danese Haruup (Rockstar Energy Husqvarna Factory), dell’olandese Van de Moosdjik (Yamaha DP19) e dell’italiano Lugana (TM FMI Racing). Oltre a loro la folta presenza di giovanissimi da tutta Europa è assicurata per assistere ad una gara 125 esaltante, una vetrina del futuro Motocross mondiale.

In the 125 class the french Rubini (KTM Silver Action) will defend his first position from attacks of the Danish Haruup (Rockstar Energy Husqvarna Factory), the Dutch Van de Moosdjik (Yamaha DP19) and the Italian Lugana (TM FMI Racing). More than these riders, there will be a huge participation of young talents coming from all over the Europe as guarantee of high level competition.

OFFROAD proracing è pronta a garantire la massima spettacolarità per questa gara e la partecipazione di tali piloti provenienti da tutte le parti d’Europa ed oltre, ne è la prova. A questo punto l’esito è scontato: grande interesse per i numerosi spunti di riflessione attesi dal risultato di questa gara. Non solo Internazionali, non solo mondiale, ma soprattutto stabilire chi è il più forte fin da ora!
NIENTE E’ COME ESSERCI – Ottobiano (PV) – 14 Febbraio 2016

OFFROAD proracing is ready to grant the maximum of the show for this race and the registration of such riders arriving from all over Europe is the proof. There will be a great interest and attention for the results of this race. Not only Internazionali or World championship, but mainly to establish who is the best one since now!!
NIENTE E’ COME ESSERCI – Ottobiano (PV) – 14th February 2016

Ph. P. Pitti

Leave a Comment

(required)

(required)