i campioni si confermano: vittoria di giornata per Schmidt in S1, Lorenzini in S2, Tesconi in S3,Vandi in S4 e Verdelli in S5

i campioni si confermano: vittoria di giornata per Schmidt in S1, Lorenzini in S2, Tesconi in S3,Vandi in S4 e Verdelli in S5

F.M.I. ROUND #7 INTERNAZIONALI D’ITALIA SUPERMOTO 2018
14 OTTOBRE – CASTELLETTO DI BRANDUZZO, CASTELLETTO CIRCUIT

Report Time – il Campionato si chiude alla grande in una domenica perfetta sotto tutti i punti di vista, dove arrivano tutte le conferme dei vincitori dei titoli di categoria, delle potenzialità dell’impianto di Castelletto di Branduzzo, ampliato con un selettivo tratto offroad, e della gestione della F.M.I.

Importanti anche i risultati della diretta streaming, oltre 20.000 visualizzazioni al termine della gara, nonostante il tanto pubblico accorso, che ha approfittato della gratuità dell’ingresso.

Podio Campionato Italiano – S1

Nella S1 Marc Schmidt (1°/1° Honda L30 Racing) non ha avversari!
La Gara 1 parte all’insegna di Nicholas Cousin (Honda Phoenix Racing Team) e Andrea Occhini (Honda FRT Racing 2), ma bastano poche curve per vedere subito davanti la sagoma del tedesco Marc Schmidt, che va a vincere indisturbato. Un analogo problema al freno posteriore toglie di scena Cousin e Occhini, a vantaggio di un ottimo Luca D’Addato (Honda Gazza Racing), che conquista la seconda piazza davanti a Diego Monticelli (TM Racing Team).
Gara 2 vede lo stesso avvio turbolento di Schimdt che lascia un giro di gloria a Diego Monticelli e a Andrea Occhini, prima di riprendere facilmente la testa della corsa e allungare in modo perentorio fino alla bandiera a scacchi. Al secondo posto conclude un ottimo Andrea Occhini davanti a Monticelli e D’Addato, che conquista così la seconda piazza assoluta davanti al pilota TM.
In Campionato trionfa Schmidt (332 pt.), su Monticelli (252 pt.) e Occhini (231 pt.). Nella classifica riservata agli italiani, Diego Monticelli si laurea Campione Italiano davanti a Occhini e D’Addato.


Giulio Lorenzini – S2

S2 Gara 1 – Giulio Lorenzini (Suzuki Valenti), già matematicamente campione, vince gara 1 grazie a un errore del poleman Luc Hunziker (KTM Phoenix Racing Team), che lo toglie dalla gara. Via libera anche alla sorpresa di giornata Marco Furega (Honda) e a Luca Bozza (TM).
S2 Gara 2 – Questa volta Hunziker fa tutto perfetto e non dà modo a Lorenzini di avvicinarsi, anzi allunga in modo pazzesco sin da subito, rifilando agli avversari distacchi importanti. Il secondo posto è comunque più che sufficiente a Lorenzini per vincere l’assoluta di giornata e festeggiare una volta di più il successo di stagione. Sul podio con lui troviamo Marco Furega (2/3) e Luca Bozza (3/5), mentre in Campionato Lorenzini (3.155 pt.) precede Hunziker (1.997 pt.) e Ivan Chiariotti (Honda, 1.755 pt.).


Erik Tescono – S3

Nella S3 (Under 24) Erik Tesconi (Honda Valdemi) non ha avversari nel vero senso della parola, data l’assenza per infortunio del suo diretto rivale in Campionato Kevin Negri (Suzuki) e fa man bassa di entrambe e le gare, andando a prendersi giornata e Campionato. Due volte secondo Andrea Stucchi (Honda), mentre Alex Pellattiero fa suo il terzo gradino del podio con un terzo e un ottavo posto.
In Campionato Tesconi (300 pt.) festeggia davanti a Christian Bellemo (262 pt.) e Fabio Mazzolai (220 pt.)


Kevin Vandi – S4

Nella gara 1 S4 (solo asfalto) Matteo Traversa (Yamaha Extreme Team) fa valere la sua pole position scattando subito davanti e andando a vincere indisturbato. Alle sue spalle Kevin Vandi (Honda L30 Racing) mantiene la calma e taglia il traguardo in seconda posizione, laureandosi matematicamente Campione Italiano S2.
In gara 2 si scatena la sfida tra i due piloti che si superano più volte nei primi giri, fino alla resa di Traversa, costretto a rallentare per un problema tecnico, lasciando tutta la gloria a Vandi e chiudendo al secondo posto assoluto di giornata. Terzo un sorprendente Giancarlo Liberati (4/4Honda).
In Campionato Vandi (323 pt.) chiude davanti al campione uscente Traversa (280 pt.) e Alessandro Sanchioni (201 pt.).


Giuseppe Verdelli – S5

Nella S5 (over 43) nessuno riesce a fermare Giuseppe Verdelli (Honda), che sancisce il titolo italiano di categoria conquistando una straordinaria doppietta. Marzio Ravaioli (TM – FRT Racing 2) chiude due volte secondo e Riccardo Masi (Honda) due volte terzo.
Verdelli si porta a casa il titolo (3.080 pt.) su Ravaioli (2.380 pt.) e Roberto Ponsicchi (2.190 pt.).

Si chiudono così gli Internazionali d’Italia 2018, con un totale di sette prove tutte molto emozionanti e combattute, ma soprattutto ricche di partecipanti, come vuole la tradizione.

Buona derapata a tutti, ma solo in pista. E che vinca il migliore. Sempre!

Ci vediamo in griglia!

Leave a Comment

(required)

(required)