Lo spettacolo dei campioni del mondo

Lo spettacolo dei campioni del mondo

Vince Bobryshev su Honda, davanti al duo Yamaha, Febvre – Van Horebeek

Bobryshev wins on Honda ahead of Yamaha duo, Febvre – Van Horebeek

10.000 spettatori da tutta la Sardegna hanno assistito alla prima assoluta 2016 del Motocross mondiale ad Alghero. Una pista favolosa, tecnicamente impegnativa, contornata da un paesaggio paradisiaco, ha ospitato i migliori piloti in circolazione, per una gara spettacolare che ha tenuto tutti col fiato sospeso fino all’ultimo metro. La sabbia l’ha fatta da padrona, dando modo ai piloti di esprimersi al meglio in un ambiente ideale per una gara di così alto profilo.

10.000 spectators coming from all over Sardinia watched at the 2016 absolute first race of world Motocross in Alghero. A marvellous track sorrounded by a wonderful landscape, for a very hard race with the best riders. The show on the sand makes everyone be excited watching a so high level competition.

E’, infatti, nella classe regina, l’ELITE, quella che raccoglie i migliori 20 piloti delle gare MX1 ed MX2, che la competizione ha raggiunto il massimo livello, con i piloti in pista scatenati in duelli e sorpassi mozzafiato. Alla fine vince Evgeny Bobryshev (Team HRC): parte forte e riesce a mantenere la testa della gara, controllando negli ultimi giri il Campione del Mondo Febvre (Monster Energy Yamaha MXGP Team). Il francese recupera nel finale ma non riesce nel sorpasso decisivo a causa di un doppiato; il russo mette comunque in campo tutta la sua grinta, per conquistare la prima vittoria stagionale. Taglia il traguardo terzo, il belga Van Horebeek (Monster Energy Yamaha MXGP Team), il quale riesce con le ultime forze a resistere agli attacchi dell’imperioso Herlings (Red Bull KTM Factory racing), autore di un gran recupero con la sua KTM 250. Quinto Butron (Marchetti KTM), autore dell’Hurly Holeshot e consistente alla distanza, mentre sesto è lo sloveno Gajser (Honda Gariboldi), che precede Guarneri (Honda RedMoto Assomotor), gran protagonista in gara, ma tradito da una scivolata a pochi giri dalla fine.

It’s in fact in the main class, ELITE, when the best 20 riders from MX1 and MX2 racing at their maximum level, with spectacular duels and overtakings. At the end of the day Evgeny Bobryshev (Team HRC) wins: he starts fast and keeps the lead of the race ahead of the World Champin Febvre (Monster Energy Yamaha MXGP Team). The Frenchman recover the gap but he doesn’t manage to pass because of a lapped rider; however the Russianman puts on track all his determination to gain the first victory of the season. Third placed is the Belgian Van Horebeek (Monster Energy Yamaha MXGP Team), who is able to defend his position against the attacks of the imperious Herlings (Red Bull KTM Factory racing), who makes a great recover riding his KTM 250. Fifth classified is Butron (Marchetti KTM), who gains Hurly Holeshot, while Gajser (Honda Gariboldi) is sixth. Behind them a great Guarneri (Honda RedMoto Assomotor) raced on top until he unluckly falls in the final.

Nella precedente gara di MX1 è il debuttante Tim Gajser, Campione del Mondo MX2 2015, a dettare il ritmo per quasi tutta la gara, finché cede alla stanchezza e si ritrova nelle retrovie, distante dai primi tre al traguardo: Febvre, Van Horebeek e Bobryshev. Nella MX2 è Herlings a stravincere, chiudendo la pratica già a metà gara. Dietro di lui la battaglia è accesa, con Cervellin (Honda Martin Fiamme Oro) che dimostra tutto il suo valore, andando a riprendere e superare un protagonista del mondiale MX2 come Anstie (Rockstar Energy Husqvarna Factory).

In the previous MX1 race, the debuting Tim Gajser, the MX2 2015 World Champion, makes the pace until he seemed to be tired and finishes far behind the first three: Febvre, Van Horebeek and Bobryshev. In MX2 Herlingse won easily, closing the competition at half race. Behind him the battle is hard: Cervellin shows all his skills and passes a world MX2 protagonist like Anstie (Rockstar Energy Husqvarna Factory).

Nella 125, gli applausi del pubblico accompagnano la vittoria del francese di origini italiane Rubini (KTM Silver Action), che vince gara#1 e controlla in seconda posizione gara#2, dove arriva primo Van De Moosdijk (DP19 Racing Yamaha). L’olandese riesce così a sopravanzare Haarup (Rockstar Energy Husqvarna Factory) nella lotta per il secondo posto.

In the 125 class, the French Rubini (KTM Silver Action) wins race#1 and then by the second place in race#2 gains the overall victory. Second classified is the Van De Moosdijk (DP19 Racing Yamaha) and third placed is Haarup (Rockstar Energy Husqvarna Factory).

Non rimane che rinnovare l’appuntamento con i Campioni del Mondo di Motocross a Lamezia Terme (CZ), per un’edizione 2016 degli Internazionali d’Italia, assolutamente da non perdere, con partecipanti, provenienti da tutta Europa e da oltre oceano, che saranno pronti a dimostrare che lo spettacolo del Motocross lo fanno i piloti in pista, soprattutto se in location come quelle di oggi, su cui FMI e OFFROADproracing, insieme alle istituzioni locali, Comune di Alghero e Banca di Sassari, hanno dimostrato di saper valorizzare.

Finally we can just remind the Lamezia Terme (CZ) round with the World Champions. This 2016 Internazionali d’Italia championship is absolutely to be watched: the participants, coming from all over Europe and overseas, are ready to show that Motocross is made by riders on track, mainly when the venues are like today and are well promoted by FMI and OFFROADproracing, instrict collaboration with local institutions like Comune di Alghero and Banca di Sassari.

SAVE THE DATE! 07 febbraio 2016 – ROUND#2 Lamezia Terme (CZ)
Vi aspettiamo in pista, perchè NIENTE E’ COME ESSERCI!
#staywithus

Leave a Comment

(required)

(required)