REPORT TIME BUSCA (CN)

ROUND #3 INTERNAZIONALI D’ITALIA SUPERMOTO 2019

2 giugno, Busca (CN) Kart Planet

VINCONO IN S1 SCHMIDT, IN S2 AMODEO, IN S3 STUCCHI, IN S4 TRAVERSA, IN S5 CUCCHIETTI, IN SJ MOSIN

Report Time– è una Busca baciata dal sole quella che accoglie nel migliore dei modi gli specialisti degli Internazionali d’Italia Supermoto, ed aggiunge dunque al proprio score organizzativo punti prestigiosi. Belle e combattute le gare, una peculiarità ormai endemica della Specialità.

Thomas Chareyre VS Marc Schmidt – S1

LaS1ancora una volta accende i riflettori sull’intenso confronto tra Thomas Chareyre (TM Factory) e Marc Reiner Schmidt (Honda). Schmidt, come a Viterbo, conquista la prima frazione al termine di un confronto durato tutta la manche dove non ha mai dato segni di cedimento nonostante il ritmo forsennato impresso da Chareyre, anche perché penalizzato al via di 15”, per altro completamente riassorbiti sul terzo classificato e dunque non influenti sulla seconda posizione acquisita.

Il secondo start vede ancora la Hole Shot di Schmidt che deve davvero tener duro per evitare il sopravvento di Chareyre che ha tentato di inserirsi. I due percorrono il primo giro praticamente “francobollati”, alternando nei successivi passaggi distacchi minimali. Intanto Monticelli supera Bussei. Alla quarta tornata Chareyre mette pressione ravvicinatissima a Schmidt che reagisce subito e ripristina un seppur minimo vantaggio. Nel frattempo Monticelli si assesta in terza piazza, mentre si protrae la battaglia per la 4/5/6 posizione. Col passare dei minuti Schmidt acuisce il suo vantaggio che lo condurrà a tagliare ancora per primo il traguardo.

Facile l’assoluta per le prime due posizioni, che sono a panaggio di Marc Reiner Schmidt (1°/1° Honda) e Thomas Chareyre (2°/2° TM Factory), mentre sull’ultimo gradino del Podio ci sale così Elia Sammartin (3°/4° Honda). La Top Five vede in quarta piazza Diego Monticelli (6°/4° TM) e in quinta Luca Ciaglia (4°/5° Honda). In Campionato Chareyre mantiene la Tabella Rossa con 141pt, seguito da Schmidt con 127pt, terzo Elia Sammartin con 112pt. Circa la classifica Italiana di giornata, vince Sammartin (in testa anche alla generale con 112pt), secondo Diego Monticelli (idem anche nella generale con 108pt), terzo di giornata Ciaglia, mentre in Campionato è D’Addato con 78pt. Nella Classifica Rookie passa a condurre Giulio Lorenzini (Suzuki) con 48pt.

Kevin Negri – S2

Busca come Viterbo inS2,la trama non cambia: il francese Mickael Bryan Amodeo sigla un’altra doppia vittoria di Manche.

In apertura Hole Shot di Kevin Negri, subito superato da Amodeo. I due restano sempre vicini e tagliano il traguardo nell’ordine separati da meno di due secondi. Christian Romano risale dalla 5a piazza alla 3a dopo un confronto con Riccardo Lodigiani e Matteo Medizza, durato tutta la Manche, i quali terminano nell’ordine.

In gara 2 Negri bissa l’Hole Shot, seguito da Amodeo che al terzo passaggio affonda e passa a condurre, trascinandosi a mo’ di francobollo Kevin. Alle loro spalle incalza la lotta per la terza piazza che finisce a favore di Romano, mentre Mirko Cavalleri commette un errore ed esce dalla contesa. Chiude in 4a posizione Christian Bellemo (Suzuki) e in 5a Marko Ukota (Honda).

L’assoluta di giornata è ovviamente a favore di Mickael Bryan Amodeo (1°/1° Yamaha PKT), seguito da Kevin Negri (2°/2° Honda) e da Christian Romano (3°/3° Suzuki). Tabella Rossa per Amodeo con 1.500pt, seguito da Romano a quota 1.030pt e da Negri a 1.010pt.

Andrea Stucchi – S3

Grande Andrea Stucchi (1°/1° Honda) nella S3 (Under 23): Hole Shot in entrambe le frazioni e 2 perentorie vittorie di Manche. Giornata positiva anche per Nico Grazioli (2°/2° TM), terzo di giornata Michele Chiello (7°/3° Honda) nonostante la penalizzante frazione di apertura.

In campionato conduce Grazioli con 144pt, seguito da Stucchi a quota 136pt e da Fabio Mazzolai (4°/5° Honda) che nonostante la piccola battuta d’arresto rimane comunque sul Podio della generale con 112pt.

Matteo Ettore Traversa – S4

S4 – In gara 1 Hole Shot per il Pole Man Matteo Ettore Traversa (Honda), che già durante il corso del primo giro subisce l’attacco e il sorpasso da parte di Kevin Vandi (Honda), il quale passa subito a condurre. Nel loro confronto i due si portano in scia anche Alessandro Sanchioni (TM), che però scivola quasi subito ed è costretto al ritiro; Vandi e Traversa alzano il ritmo e allungano gradualmente su tutti, con il solo Iacopo Arduini (Honda) che riesce a mantenere i fuggitivi a “vista”. La coppia di testa si mantiene vicinissima per tutta la gara, fino a tre giri dal termine, quando Traversa perde qualche metro, forse anche per un calo tecnico. Vince così Vandi seguito da Traversa e Arduini. Lorenzo Papalini (Honda) e Danilo Paoloni (TM) Chiudono la Top Five della frazione di apertura.

In gara 2 ancora Hole Shot di Traversa, seguito da Vandi che scivola subito e riparte dalla 10a posizione. Per Traversa comincia una cavalcata solitaria fino al termine, seguito a distanza da Arduini; per le restanti posizioni si infiamma una vertiginosa battaglia composta da un foltissimo gruppo, tra cui Sanchioni, Papalini Bottalico, Liberati e Paoloni, con Vandi che da dietro inizia la sua forsennata rimonta che lo porta ad agganciare il gruppo e chiudere 4°, facilitato anche dal “lungo” di Papalini proprio all’ultimo giro. La classifica di giornata vede sul gradino più alto Matteo Ettore Traversa (2°/1° Honda), seguito dal formidabile Kevin Vandi (1°/4° Honda) e dall’ottimo Iacopo Arduini (3°/2° Honda), che occupa l’ultimo gradino del Podio proprio come a Viterbo. Mantiene la Tabella Rossa Vandi con 143pt, seguito da Traversa con 133pt e da Arduini con 122pt.

Mauro Cucchietti – S5

LaS5 (over 40),registra ancora una buona presenza in griglia. Circa la gara, Hole shot dello “Chef Volante” Michele Cannistraro che scatta ancora dalla Pole Position. Cannistraro vince la frazione di apertura con un discreto vantaggio su Marco Furega che invece si vede incalzato fin sotto la bandiera a scacchi dal veloce Mauro Cucchietti (Honda); Marco Longhin e Marzio Ravaioli terminano rispettivamente in 4a e 5a posizione.

La frazione conclusiva vede la Hole Shot di Mauro Cucchietti, seguito a ruota da Cannistraro che però viene penalizzato di 15” per partenza anticipata e poi lo vedrà autore anche di una scivolata durante il secondo passaggio, due fatti che gli pregiudicano la frazione di chiusura e l’intera giornata, riuscendo comunque a limitare bene i danni. Vince la Manche il conduttore di casa, Cucchietti che distanzia di pochi metri Furega e Ravaioli. Per l’assoluta, vince Mauro Cucchietti (3°/1° Honda), seguito da Marco Furega (2°/2° Honda) e dallo “Chef Volante” Michele Cannistraro, che mantiene la Tabella Rossa con 1.200pt nonostante le traversie odierne, seguito da Cucchietti con 1.140pt e da Furega con 845pt.

Mosin Ivan – SJ

La classifica di giornata della 85 Juniorvede in prima posizione Ivan Mosin (1°/1° TM), seguito da Lev Shcheglov (2°/2° KTM) e da Valerio Lemma (3°/3° Yamaha); l’ordine di Classifica del Campionato è identico, rispettivamente con 138, 116 e 106pt.

Il prossimo quarto appuntamento, dei sette in programma, è fissato sulla nuova lingua d’asfalto di Pomposa (FE) per il 23 giugno. 

Buona derapata a tutti, ma solo in pista. E che vinca il migliore. Sempre!

Ci vediamo in griglia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *