CIRCUITO XPARK SAVIGNANO (MO) 06 LUGLIO

Report Time – si è chiusa oggi nel migliore dei modi l’intensa e calda fase di qualifica, che ha visto tutti disputare prove libere, crono e rispettiva manche, con cui è stato determinato l’ordine degli schieramenti in griglia per tutte le gare 1 e 2 di domani.

125– nelle crono i primi tre tempi sono rimasti racchiusi nello spazio di soli 76 centesimi, con Andrea Bonacorsi (KTM) che ha fatto segnare il miglior passaggio in 2:04.554, tallonato con un 2:04.580 da Max Ratschiller (HSQV) e da Eugenio Barbaglia (HSQV) 2:04.630. Ma nella Qualifying Race lo scenario cambia, sia in virtù della abbondante fresatura e irrigazione effettuata a tempo di record nell’intervallo, che in subordine alla partenza. Vince ottimamente Andrea Roncoli (HSQV O Ragno 114 Torino Moto), al comando per tutta la gara, seguito da Daniel Gimm (Yamaha MX Junior Team), autore di una rimonta bellissima e ottimi tempi, terzo l’autore del miglio giro nelle crono, Bonacorsi. Da rilevare la migliore prestazione cronometrica segnata all’11° giro da Pietro Razzini (Yamaha MX Junior Team), che termina la qualifica in 15a piazza. Qualificazione compromessa da una caduta in partenza e una successiva scivolata per Ratschiller, che era stato ottimamente secondo nella frazione cronometrata, mentre Barbaglia si ferma alla 9° piazza dopo la terza delle crono.

85 Senior– anche in questa classe i distacchi cronometrici risultano minimali, ma il miglior passaggio lo fa registrare Matteo Luigi Russi (KTM 2:05.016), mentre chiude la tornata in ritardo di pochi centesimi Alberto Elgari (KTM – 2:05.408), terzo Ferruccio Zanchi (HSQV – MRT 2:05.452). In questo caso i valori delle frazione cronometrica ricalcano la qualifying Race, perché vince Russi ai “danni” di Lata, a cui incide un sorpasso chirurgico nei pochi centimetri di spazio concessigli da Valerio in cima al tornantino in salita. Poi a Russi gli riesce lo strappo e allunga subito di pochi metri che gli consentono però di aggiudicarsi la frazione nonostante di fatto i due facciano segnare gli stessi tempi. Terzo un regolare Zanchi, che continua la fase di apprendistato nella nuova categoria.

85 Junior– nelle crono Junior emergono Alessandro Gaspari (Yamaha G.S. Fiamme Oro Milano) e Simone Mancini (KTM Pardi Royal Pat), rispettivamente 2:07.440 e 2:07.755, mentre già il terzo tempo, siglato da Alberto Sanna (HSQV O Ragno 114 Torino Moto) risulta sopra i 2:10.018. Nella Qualifying Race sale in cattedra Simone Mancini (KTM Pardi Royal Pat) che vince la frazione segnando anche il miglior tempo sul giro, secondo Patrick Busatto (KTM Team La Croce) che si gioca un Jolly incredibile proprio sul Finish dell’ultimo giro; terzo Mattia Barbieri (KTM) che sorpassa nel finale Sanna il quale ne combina di ogni durante la Manche. Gaspari parte a metà gruppo e riesce a sfilarsi in ritardo terminando la qualifica in sesta piazza, preceduto da un ottimo Riccardo Perrone (KTM). 

65 Cadetti– Prove cronometrate a panaggio di Andrea Maria Roberti (KTM Pardi Royal Pat) con il tempo di 2.20.335, che distanzia di circa 1’ Edoardo Martinelli (HSQV WDS Squadra corse) il quale ferma il proprio tempo sul 2:21.373. Terzo delle cronometrate è Davide Zanone (Yamaha) con il tempo di 2:22.626. Ma la Qualifying Race narra un’altra storia, si impone Niccolò Mannini (Yamaha MX Junior Team) che controlla bene gli avversari, seguito da un producente Gennaro Utech (KTM) che con una serie di bei sorpassi si guadagna la prestigiosa posizione. Chiude il Podio di questa qualifica Paolo Martorano (KTM Gaerne) autore, insieme a Martinelli di ottimi riscontri cronometrici sul giro, e proprio di quest’ultimo è il Best Lap con 2:21.489.

Infine, domani entreranno nel “vivo” anche i Challenge Eni i-RideYAMAHA bLU cRU YZ, che insieme arricchiscono il Campionato distribuendo importanti montepremi.

A domani, restate connessi.

Che vinca il migliore. Sempre.

Vi aspettiamo in pista!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *