REPORT TIME LATINA

INTERNAZIONALI D’ITALIA SUPERMOTO 2020

Round #2 – 23 agosto, Latina, Circuito Internazionale “Il Sagittario”

Latina, 23 agosto, Circuito Internazionale il Sagittario

Il gran caldo non ferma la Supermoto

Vincono Schmidt S1, Romano S2, Bolognesi S3, Vandi S4, Leone S5, Andrenacci e Rutigliano SJ

Report Time – Secondo Round per gli Internazionali d’Italia di Supermoto, il gran caldo non ha limitato lo spettacolo offerto in pista dagli oltre 80 piloti verificati.  La pista del Sagittario di Latina ha fatto da sfondo ad una grande giornata di Sport, nella S1 pole position per un ritrovato Hermunen nella S Junior buon numero di piloti e due manche al cardiopalma.

Marc Schmidt – S1

S1 gara 1 – Al via di gara 1 Mauno Hermunen (TM-Team Degasoline) è bravissimo a prendere la testa della gara alla prima curva e grazie anche ad alcuni contatti all’ingresso dello sterrato gli hanno consentito di prendere il giusto vantaggio ed amministrare la gara portandosi a casa il successo finale. Alle sue spalle Marc Schmidt (Honda-L30 Racing) deve attuare una grandissima rimonta che lo vede compiere diversi sorpassi e tagliare il traguardo secondo. Thomas Chareyre (TM- Factory Racing) ha patito molto la pista di Latina non riuscendo a trovare il giusto ritmo e finendo quarto alle spalle di Fabrizio Bartolini (Honda-Team FRT Racing 2), ottimo terzo. Quinto Diego Monticelli (TM Racing).

S1 gara 2 – Hermunen è ancora una volta il più veloce allo spegnersi del semaforo e si porta in testa, Schmidt al secondo via non sbaglia e si lancia all’inseguimento del leader; Hermunen nel corso dei primi giri sentendo forse la pressione di Schmidt alle sua spalle ha commesso un errore cadendo rovinosamente, fortunatamente però con lievi conseguenze per il pilota. Con il finlandese fuori dai giochi Schmidt ha vinto con margine su Chareyre che in questa seconda manche ha limitato di danni, terzo il giovane Gioele Filippetti (Honda-Team FRT Racing2), quarto Bartolini, Edgardo Borella (Honda FRT Racing2).

Sul podio di giornata Marc Schmidt primo punti 47, secondo Thomas Chareyre punti 40 e terzo Fabrizio Bartolini punti 38. In Campionato primo Schmidt con 97pt, secondo Chareyre con 84pt, terzo Elia Sammartin (Honda-Phoenix Racing Team) con 70pt, nonostante sia stato autore di una prestazione poco redditizia rispetto alla Gara di Ortona.

Christian Romano – S2

S2 – Cristian Romano (Suzuki) si è portato a casa il bottino pieno, pole position e due vittorie perentorie. In gara 1 ha dovuto impegnarsi a tenere a bada prima il giovane pilota Youry Catherine (Honda-Team Gazza Racing) e Luca Bozza (Honda-L30 Racing). Romano negli ultimi giri è riuscito a prendere il largo andando a vincere, Bozza è riuscito a sopravanzare il francese chiudendo secondo. In gara 2 Romano è stato ancora perfetto, ottima partenza e ritmo indiavolato per qualche giro per prendere il giusto vantaggio su Bozza che non è riuscito a stargli in scia, Catherine è caduto nel corso del primo giro chiudendo nelle retrovie, terzo di manche Steve Bonnal (TM Factory Racing).

Sul podio Cristian Romano (500 pt.), Luca Bozza (420 pt.), Steve Bonnal (290 pt.). In Campionato Romano comanda a punteggio pieno (1.000pt), seguito a quota 730pt da Bozza, terzo Catheine Youry (Honda-Team Gazza Racing – 680pt).

Podio – S3

S3 (under 23)  – Il leader della classifica Nicolò Pontevichi (Team Undici) nella prima manche nel cercare di recuperare posizioni perse al via è caduto vanificando la possibilità di vincere la gara. La vittoria di gara 1 è andata a Fabio Mazzolai (Honda) che ha preceduto Giacomo Bolognesi (Honda-FRT Racing2) e Alex Pellattiero (TM-Team Undici). In gara 2 è Pontevichi a portarsi al comando fin dalle prime battute di gara precedendo in classifica e anche sul podio Bolognesi e Alex Pellattiero (TM-Team 11). In classifica generale Pontevichi comanda con 84pt e riesce a tenersi stretto la tabella rossa di leader di campionato.

Kevin Vandi –  S4

S4 (On Road) – Questa è la classe più spettacolare della giornata, tre protagonisti su tutti che ci hanno emozionato in entrambe le manche, Iacopo Arduini (Honda-FRT Racing 2), Kevin Vandi (Honda-L30 Racing) e Marco Malone (Honda-BRT).

Al via della prima manche è Vandi a prendere le redini della gara e sembra poter scappare, i suoi inseguitori però non hanno mollato e nella parte finale della gara Arduni e Malone sono passati all’attacco di Vandi, gli ultimi giri di gara 1 sono stati al cardio palma con Arduini che ha preceduto Vandi e Malone.

In gara 2 il terzetto ha riproposto lo stesso bellissimo spettacolo, Vandi sempre al comando con Arduini e Malone, tutti praticamente “francobollati” fino al sesto giro quando prima Malone e poi Arduni passano Vandi, ma durante queste fasi un contatto tra Malone e Arduini procura a quest’ultimo un high-side, e per Vandi si è aperta di nuovo la strada verso la vittoria.

Sul podio di giornata ovviamente Vandi, secondo Danilo Paoloni (Honda) e terzo Arduini. In Campionato guida Vandi con 880pt, seguito da Arduini con 795pt e Paoloni con 540pt.

Vladimiro Leone – S5

S5 (over 40) – Un’altra ottima gara per  Vladimiro Leone (TM-Team Transilvania), che anche qui a Latina è stato perfetto in gara 2 dopo una prima frazione non facile finita al terzo posto. Giornata sfortunata per Massimiliano Porfiri (Honda) dopo la bella vittoria di gara 1 è incappato in una scivolata nello sterrato nei primi giri di gara 2, due volte terzo Marco Furega (Honda-MP Racing). Sul podio Vladimiro Leone (45 pt.) secondo Massimilano Porfiri (45 pt.) e terzo Marco Furega (44 Pt.), che occupano anche le prime tre posizioni di Campionato con punteggio ravvicinatissimo; quarto in Campionato Paolo Marchioni (Honda), quinto Gabriele Gianola (Honda-J Team Racing).

Emanuele Andrenacci – 85 Junior

La 85 Junior – buon numero di piloti, a vincere la giornata è ancora una volta Emanuele Andrenacci (KTM) che ha battagliato per entrambe le manche con Angelo Mottola (TM), vincitore di gara 1. Nella seconda manche Mottola ad un giro dalla fine ha forzato per passare sul suo avversario ma è scivolato. Al traguardo Emanuele Andrenacci (47 pt.) che mantiene la tabella rossa di Leader di Campionato, secondo Alessandro Caminati (43 Racing Team) (45 pt.) terzo Angelo Mottola (39 pt.)

Mattia Rutigliano – 65 Junior

Nella 65 Junior sul podio di giornata sono saliti Mattia Rutigliano (KTM) primo anche in Campionato di Campionato, sul gradino più alto, secondo Matteo Andreotti (KTM) e terzo Riccardo Andreotti (KTM).

Il prossimo, doppio, appuntamento è in programma per il 10/11 ottobre a Viterbo, con il terzo e quarto round degli Internazionali d’Italia Supermoto. 

Buona derapata a tutti, ma solo in pista. E che vinca il migliore. Sempre!

Ci vediamo in griglia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.