SELETTIVA #1 AREA CENTRO SUD – REPORT TIME

FMI CAMPIONATO ITALIANO MX JUNIOR 2020

SELETTIVA #1 AREA CENTRO SUD – ROCCA DI NETO (KR) 18/19 LUGLIO

CROSSPARK “CHICCO MAIDA” 

Vincono Lata J125cc., Pulvirenti S.85cc., Utech J.85cc., Uccellini C.65cc., Amali 65ccD

COSI’ NEL YAMAHA bLU cRU CHALLENGE

vincono M. Scalogna 125, E. Alamanni 85S, E. Alamanni 85J, D. Tamagnini 65C.

“IN NOME DEL FIGLIO”

Si è corso a porte chiuse, ma non per tutti, perchè da lassù Chicco #8 ha sicuramente guardato felice tutta la gara, orgoglioso della sua famiglia per il grande e impegnativo lavoro svolto in suo nome e di un remoto quasi impossibile sogno, oggi finalmente realizzato.

Poi, dopo il Podio, Chicco ha abbracciato i genitori e salutato gli amici, dando appuntamento al 2021.

I numeri di questo Round inaugurale hanno retto bene nonostante il Covid 19, l’incertezza economica e l’estremità geografica, e i Piloti accorsi al “Cross Park Chicco Maida” si sono così ritrovati a gareggiare su un Circuito bellissimo – che loro stessi hanno accomunato a Glen Helen – e ben trattato dall’organizzazione: evidentemente la prospettiva del Gruppo di Lavoro FMI era assolutamente corretta. 

Valerio Lata Vincitore cl 125

Report Time – Nella 125cc. è stato il romano Campione del Mondo 85cc. nel 2019, Valerio Lata, a salire sul gradino più alto del podio di giornata, grazie a due splendide vittorie conquistate senza mai mostrare cedimento, ne fisico ne mentale: in gara 1 ha vinto davanti a Cosimo Bellocci (HSQV) e Morgan Bennati (HSQV), in gara 2 ha preceduto Tiberio Mazzantini (KTM) e Nicolò Borrozzino (HSQV).

Lineare la prima frazione per le primissime posizioni, mentre nella conclusiva, dopo la Hole Shot Progrip di Mazzantini, Valerio è passato a condurre sulle wave già durante il corso del primo giro, facilitato da una incertezza 

dello stesso Tiberio, intanto dietro la coppia di testa si accendeva la lotta per la terza posizione tra Borrozzino e Giorgio Di Crescenzo (KTM). A sei minuti dal termine Mazzantini ha tentato un affondo su Lata che se ne avvede, alza il ritmo e ripristina la distanza; durante i giri conclusivi i due transitano ancora distanziati di pochi metri ma Lata anche questa volta non si è lasciato sorprendere, e così la frazione si chiude con il romano davanti a tutti, secondo Mazzantini, terzo Borrozzino, quarto Di Crescenzo, quinto Bellocci che si avvicina anche alla quarta piazza di Di Crescenzo.

L’assoluta di giornata è andata così a Valerio Lata (1°/1° KTM Marchetti), secondo Cosimo Bellocci (2°/5°HSQV), terzo Tiberio Mazzantini (7°/2° KTM).

Per quanto attiene l’YZ Yamaha bLU cRU Challenge, vince Matteo Scalogna (Yamaha 973 MX Team), seguito da Salvatore Strafile (Yamaha Castel Del Monte).

Alfio Samuele Pulvirenti – Vincitore 85 Senior

Nella 85 Senior è stato il siciliano Alfio Samuele Pulvirenti (1°/1° KTM) a vincere l’assoluta, conquistata senza nessuna sbavatura a discapito del toscano Ferruccio Zanchi (2°/2° HSQV) e del marchigiano Simone Mancini (3°/3° KTM), tutti autori di prestazioni superlative.

In gara 1, dopo la Hole Shot di Nathan Mariani (KTM), Pulvirenti è passato a condurre su Mancini e Zanchi, infliggendo da subito un minimo distacco ai due. Intanto Zanchi riesce a raggiungere e superare Mancini nel corso del terzo passaggio, inserendosi in seconda posizione ma a debita distanza dal battistrada. Ha vinto così la prima frazione Pulvirenti, seguito da Zanchi e Mancini; quarto di manche è finito Mariani, quinto Gabriele Barbieri (KTM).

In gara 2 la Hole Shot Progrip è stata conquistata da Zanchi, subito superato nel corso del primo giro da Pulvirenti, che ancora una volta va a concludere in prima posizione. Dietro ai due di testa si posizionano Mancini, Brando Rispoli (HSQV – Fashion Bike DB MX School) e il russo David Volodiev Yordanov (KTM). 

Questa seconda frazione si è svolta in maniera lineare per le prime quattro posizioni di manche, mentre per la quinta c’è stato il sorpasso di Davide Brandini (KTM) sul russo Yordanov; le posizioni conquistate hanno poi rispettivamente anche decretato l’assoluta di giornata . Da segnalare la prestazione di Rispoli, al rientro in gare nazionali dopo un lunghissimo periodo di fermo in seguito all’infortunio di Faenza nel 2019 e al successivo COVID.

Nell’YZ Yamaha bLU cRU Challenge, vince Elia Alamanni Maurizio (Megan Racing).

Gennaro Utech – Vincitore 85 Junior

Ancora una doppia affermazione di giornata nella 85 Junior, quella del siciliano Gennaro Utech (KTM). 

In gara 1 Alessandro Maria Di Pietro (KTM) è partito al comando ma è stato superato subito da Utech, che si invola verso la sua prima bandiera a scacchi, seguito da Di Pietro e Samuele Mecchi (HSQV). A circa tre minuti dal termine è uscito di scena per una caduta Di Pietro, e Pierpaolo Mosca ha conquistato la terza posizione. Quarto ha finito Andrea Maria Roberti (KTM – Pardi Royal Pat Scuola Cross), quinto Gabriele Napolitano (HSQV), sesto Enea Alamanni (Yamaha Megan Racing).

In gara 2 ha conquistato la Hole Shot Progrip Di Pietro che transita anche per primo sul traguardo nel corso del primo giro, davanti a Mosca e Roberti, mentre Gennaro Utech è passato solo settimo. A metà frazione Utech riesce a conquistare la testa dopo una serie di decisi sorpassi, lo seguono Roberti, Di Pietro, Mecchi e Pierpaolo Mosca che nel finale sopravanzerà Mecchi.

La Classifica assoluta ha visto così primeggiare Gennaro Utech (KTM 1°/1°), seguito da Andrea Maria Roberti (KTM 4°/2°) e Samuele Mecchi (HSQV 2°/5°).

Circa l’YZ Yamaha bLU cRU Challenge, vince Enea Alamanni (Yamaha Megan Racing).

Andrea Uccellini – Vincitore 65 Cadetti

Nella 65 Cadetti la prima frazione si è svolta nel nome di Andrea Uccellini (HSQV – A.U. 353 Motorsport). Al primo passaggio è Luca Colonnelli (KTM Seven Motosport) a guidare il folto gruppo degli inseguitori, seguito da Andrea Antonelli (KTM). Ma alle spalle di tutti incalza da subito un velocissimo Uccellini che al quarto passaggio con una azione perentoria passa a condurre e allunga sugli altri, tranne Colonnelli che per qualche giro tiene la scia per poi cedere fino ad accumulare un ritardo di 10”. La manche la vince Uccellini, seguito da Colonnelli, terzo Antonelli, quarto Mattia Ruscito (KTM), quinto Alunno Cesare Mancini (HSQV – Gaerne).

Nella frazione conclusiva Uccellini ha condotto ancora sin dal via (dopo aver conquistato anche la Hole Shot Progrip), seguito da Luca Colonnelli (KTM Seven Motosport) e Andrea Antonelli (KTM) che da li a poco attacca e supera Colonnelli. La seconda frazione è stata ottima anche per Denis Tamagnini (Yamaha) che chiude in quarta posizione, quinto Mattia Ruscito (KTM).

La giornata è andata ovviamente a Andrea Uccellini (1°/1° HSQV ), seguito da Andrea Antonelli (3°/2° KTM) e da Luca Colonnelli (2°/3° KTM Seven Motosport).

L’YZ Yamaha bLU cRU Challenge della categoria Cadetti è a panaggio di Denis Tamagnini (Yamaha Trasimeno G. Capecchi), seguito da Lorenzo Larotonda (Yamaha Salerno).

Cristian Amali – Vincitore Debuttanti

Grande successo per la 65 Debuttanti: 17 Young Rider dietro il cancello! Tra tutti, è stato un grande Cristian Amali (1°/1° KTM) a salire in cattedra con due perentorie vittorie e la conquista della Hole Shot Progrip; sul secondo gradino del Podio è salito Riccardo Burrini (2°/2° HSQV), mentre il terzo posto lo ha conquistato Riccardo Mescolini (3°/3° KTM), autore di una splendida prestazione nella frazione conclusiva, che da oltre la decima posizione lo ha visto risalire fino alla terza.

L’appuntamento con il Campionato Italiano Motocross Junior è stato fissato per questo fine settimana, 25 e 26 luglio, a Cremona.

Che vinca il migliore. Sempre.

Vi aspettiamo in pista!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.