INCORONATI I CAMPIONI 2020

FMI CAMPIONATO ITALIANO MX JUNIOR 2020

FINAL ROUND – PONTE A EGOLA (PI) 26/27 SETTEMBRE

“LA PRIMA DI BONACORSI”

Bonacorsi J125cc., Zanchi S.85cc., Janout J.85cc., Alvisi C.65cc. sono i nuovi Campioni Italiani Junior.

Grande successo per la diretta streaming che supera le 150.000 visualizzazioni tra Facebook e YouTube  

Nello YAMAHA Blu Cru CHALLENGE

si impongono Gimm J125, Perrone S.85cc, Zanone J.85cc e Verderosa C.65cc

Chiusura in grande stile per l’Italiano MX Junior Racestore.it corso sugli spettacolari saliscendi del tracciato Santa Barbara di Ponte a Egola (PI), reso impegnativo dalle piogge della vigilia. La diretta streaming ha permesso a oltre 150.000 utenti unici di seguire le gesta dei nostri giovanissimi certificando l’interesse e la bontà del Campionato. L’uomo del giorno è Andrea Bonacorsi che festeggia il primo titolo in carriera, riportando in alto il marchio della Fantic Motor. 

Andrea Bonacorsi – 125

Report Time – Doppio impegno per i piloti della classe 125 che hanno disputato due gare nel weekend, con un’alternanza di risultati che ha definito il podio solo nel finale dell’ultima manche. 

Nella giornata di sabato, con tracciato asciutto, Andrea Bonacorsi (Fantic-Maddii Racing) ha conquistato l’assoluta con un terzo e un primo posto, a pari punti con Andrea Roncoli (Husqvarna-O Ragno 114 Torino Moto ), due volte secondo, e Pietro Razzini (Husqvarna-G.S. Fiamme Oro Milano) terzo e vincitore della prima manche; mentre il secondo in Campionato Valerio Lata (KTM-Marchetti) non è andato oltre il quarto posto assoluto, accorciando di molto la classifica generale.

La domenica i piloti si sono confrontati su un fondo molto più impegnativo che ha esaltato le qualità di Pietro Razzini (Husqvarna) autore di una strepitosa seconda manche corsa praticamente tutta in testa, gestendo Andrea Roncoli alle sue spalle. Con questa vittoria Razzini ha conquistato l’assoluta di giornata e anche il secondo posto in Campionato alle spalle di Andrea Bonacorsi, che ha chiuso il discorso titolo già dopo una prima manche dominata dall’inizio alla fine. Quella del pilota bergamasco è la prima affermazione in carriera, frutto anche del lavoro svolto dalla struttura Fantic. Con quattro secondi posti Andrea Roncoli chiude terzo in Campionato, a soli nove punti da Razzini, mentre Lata scivola al quarto posto dopo un weekend non perfetto.

Nell’YZ Yamaha bLU cRU Challenge, ha trionfato per il secondo anno consecutivo Daniel Gimm su Maurizio Scollo.

Nicolò Zanchi – Senior

Nella 85 Senior c’è stata battaglia dentro e fuori la pista, con Nicolò Zanchi (Husqvarna) che festeggia il titolo di Campione Italiano vincendo la seconda manche e con essa l’assoluta di giornata davanti a Simone Mancini (KTM-Pardi Royal Pat) e ad Alfio Pulvirenti (KTM). Quest’ultimo è stato retrocesso di 10 posizioni al termine di gara 2 per aver saltato in regime di bandiere gialle, perdendo la possibilità di portare a casa il titolo. Zanchi è così balzato in testa alla classifica generale, con Pulvirenti secondo e Mancini terzo. 

Riccardo Perrone si è imposto nell’YZ Yamaha bLU cRU Challenge.

Vaclav Janout – Junior

Nella Junior 85 si conferma mattatore Vaclav Janout (KTM-Cremona), vincitore di tre delle quattro finali corse. A Ponte a Egola il pilota ceco ha conquistato facilmente la prima manche e ha gestito la situazione nella seconda, dominata da Gennaro “Hurricane” Utech (KTM) che festeggia la vittoria di giornata e il secondo posto in Campionato. Terzo Niccolò Mannini (KTM). 

L’YZ Yamaha bLU cRU Challenge viene vinto da Davide “Z” Zanone davanti a Enea Alamanni e Cesar Diaz.

Nicolò Alvisi – Cadetti

Grande battaglia anche nella Cadetti 65 che ha visto primeggiare un ottimo Nicolò Alvisi (KTM-G.S. Fiamme Oro Milano) autore di un terzo e un primo posto parziali, più che sufficienti per festeggiare il titolo di Campione Italiano. Andrea Uccellini (Husqvarna-A.U. 353 Motorsport) ha provato in tutti i modi a vincere il Campionato, portandosi a casa la prima manche, ma senza riuscire a replicare nella seconda. A lui va comunque l’assoluta di giornata davanti ad Alvisi e Riccardo Pini (KTM-Iron 412), terzo anche in Campionato. 

Giorgio Verderosa si è portato a casa l’YZ Yamaha bLU cRU Challenge davanti a Denis Tamagnini ed Edoardo Riganti.

L’Italiano MX Junior va in archivio, dopo aver regalato grandi emozioni anche in questa edizione e tornerà nel 2021 con protagonisti sempre nuovi. 

Indossate correttamente la mascherina. Sempre.

Vi aspettiamo in pista!


RACE RESULT


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.